L'Arabia Saudita afferma che il pellegrinaggio annuale dell'Hajj alla Mecca avrà un numero limitato di partecipanti

Lo stato australiano chiude i confini e ordina i blocchi all’aumentare dei casi di coronavirus

Lo stato australiano del Victoria, che ha visto il picco dei casi di coronavirus la scorsa settimana, si sta effettivamente isolando dal resto del paese.

Le autorità vittoriane hanno annunciato oggi che chiuderanno il confine con il vicino stato del New South Wales a partire da domani sera ora locale.

Ciò accade dopo che un uomo di 90 anni è morto di coronavirus in un ospedale di Victoria domenica, portando il bilancio delle vittime dello stato a 21 anni, ha dichiarato oggi il Premier dello Stato Daniel Andrews. Ci sono stati 105 decessi correlati al coronavirus a livello nazionale.

Bloccaggi e test di massa: Sabato, Andrews ha posto 3.000 persone in nove torri di edilizia popolare a Melbourne sotto “duro blocco”. I residenti non sarebbero autorizzati a lasciare le loro case per nessun motivo e saranno tutti testati.

Le autorità hanno fornito pasti e altri elementi essenziali per i residenti, ha detto Andrews.

Finora sono state condotte 398 prove nelle torri, di cui 53 casi sono risultati positivi. Ulteriori test di massa in tutto lo stato hanno identificato 127 nuovi casi a Victoria entro domenica.

“Se testerai letteralmente tutti, troverai più casi, è quello che stiamo cercando di ottenere”, ha detto Andrews. “Quando sei invitato a sostenere un test … l’unica risposta dovrebbe essere sì.”

Ha aggiunto che il suo governo era preoccupato per il “vasto numero di persone (nelle torri) con condizioni di salute sottostanti infettate da questo virus” e per i “tragici risultati che ne conseguirebbero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *