A man digs graves in the Xico-Chalco Civil Pantheon, State of Mexico, on June 26.

I casi e le morti in Messico di Covid-19 sono quasi triplicati da nuove misure di riapertura

La dott.ssa Carissa Etienne, direttore dell’Organizzazione panamericana per la salute (PAHO) e direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per le Americhe, interviene durante un briefing stampa presso la sede della PAHO a Washington, DC, il 6 marzo. Saul Loeb / AFP / Getty Images

Ci sono stati 22.000 decessi per coronavirus nelle Americhe solo la scorsa settimana. Era il 9% in più rispetto alla settimana precedente, ha dichiarato la dott.ssa Carissa Etienne, direttrice della Pan American Health Organization (PAHO).

La scorsa settimana le Americhe hanno registrato una media giornaliera di oltre 100.000 nuovi casi, quasi il 20% in più rispetto alla settimana precedente.

Parlando al briefing settimanale della PAHO sulla pandemia, Etienne ha affermato che ora ci sono stati 267.000 decessi per coronavirus in tutte le Americhe e che le tendenze dell’infezione stavano accelerando in diversi stati degli Stati Uniti e in gran parte dell’America centrale e meridionale.

Ha continuato dicendo che c’era una tendenza preoccupante per le infezioni a raggiungere aree che non erano state molto colpite fino ad ora, proprio mentre le persone si stavano affaticando con precauzioni e restrizioni sui loro movimenti. La pandemia, ha detto, si stava spostando da alcune delle città più grandi verso le città più piccole che avevano meno strutture come le cure intensive.

Due mesi fa, gli Stati Uniti rappresentavano circa il 75% di tutti i casi nelle Americhe, ha affermato Etienne. Ora oltre il 50% dei casi veniva registrato in America Latina e nei Caraibi, con il solo Brasile che rappresentava un quarto dei casi.

Etienne ha espresso preoccupazione per le condizioni di lavoro non sicure e la mancanza di dispositivi di protezione per gli operatori sanitari in prima linea in gran parte della regione. Ha ribadito la necessità di rintracciare meglio il virus. L’impatto del virus era stato aggravato dalla disuguaglianza, dalla divisione politica e dagli investimenti insufficienti nell’assistenza sanitaria.

Predisse che i prossimi sei mesi non sarebbero stati più facili degli ultimi: molti ospedali si stavano avvicinando alla capacità e il trattamento di altre condizioni e malattie veniva interrotto. Etienne notò che la mortalità materna stava aumentando, poiché l’accesso ai servizi prenatali stava diventando più difficile.

Ha anche espresso preoccupazione per il fatto che il trattamento di altri problemi di salute comuni in America Latina – dalla tubercolosi al diabete – è stato influenzato da problemi nel garantire le forniture e l’accesso alle strutture sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *