Workers in personal protective equipment are seen, along side police patrols, on July 7, in Melbourne, Australia.

Melbourne sta tornando sotto blocco a causa dell’aumento dei casi di coronavirus

I lavoratori in dispositivi di protezione individuale vengono visti, insieme a pattuglie di polizia a lato, il 7 luglio a Melbourne, in Australia. Daniel Pockett / Getty Images

La città australiana di Melbourne sta tornando al blocco della fase 3 per sei settimane mentre lotta con un picco nei casi di coronavirus, ha annunciato oggi il Premier dello Stato del Victoria Daniel Andrews.

Il blocco inizierà alle 23:59 Mercoledì ora locale.

Alle persone sarà permesso di uscire di casa solo per comprare cibo, andare al lavoro, ricevere o prendersi cura e fare esercizio fisico, ha detto Andrews.

Altrove nello stato di Victoria, anche la regione di Mitchell Shire sarà chiusa per sei settimane.

Aziende come i ristoranti riaperti saranno ora costretti a chiudere di nuovo, ha affermato il premier.

“Sappiamo che siamo sulla cuspide di qualcosa di molto brutto se non ci occupiamo di questo”, ha detto Andrews. “L’alternativa però è fingere che sia finita, proprio come penso che alcuni vittoriani abbiano fatto.”

Le torri abitative: Da sabato, 3000 residenti in nove torri di edilizia residenziale pubblica a Melbourne sono stati sottoposti a “un duro blocco”, il che significa che non possono assolutamente andarsene. Tutti i residenti sono ora in fase di test, con pasti e altre necessità fornite dal governo.

Con Melbourne che va sotto il blocco della Fase 3 – restrizioni più lievi di un “blocco”, i residenti nelle torri potranno uscire di nuovo per attività essenziali.

Oggi, il dipartimento della salute di Victoria ha annunciato di aver registrato 191 nuovi casi lunedì – il salto giornaliero più alto finora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *