Secret to COVID-19 vaccine was in our bodies all along

Il coronavirus non scomparirà poiché l’immunità della mandria è difficile da ottenere, afferma un nuovo studio

Immagine rappresentativaPixabay

Un nuovo studio condotto da un team di ricercatori spagnoli ha suggerito che solo una piccola parte delle persone infette da coronavirus ha anticorpi COVID-19 nei loro corpi. Il nuovo rapporto di studio ha anche aggiunto che l’immunità della mandria è difficile da ottenere, il che indica che il coronavirus è qui per stare con gli umani fino al giorno in cui gli esperti medici riusciranno a sviluppare un vaccino efficace contro questa pandemia.

Maggiori dettagli su questo studio cruciale

Durante lo studio, i ricercatori dell’Istituto di Salute Carlos III di Madrid, del Ministero della Salute spagnolo e del T.H. di Harvard. Chan School of Public Health ha analizzato 61.000 partecipanti per determinare in che modo l’immunità da gregge offre protezione alle persone contro il coronavirus.

Incredibilmente, il rapporto di studio ha rivelato che solo il cinque percento dei partecipanti ha anticorpi nel loro corpo e questa cifra è scesa al tre percento tra le persone che vivono nelle zone costiere. Tuttavia, oltre il dieci percento delle persone che vivono a Madrid aveva anticorpi.

Secondo gli esperti medici, per ottenere l’immunità della mandria, almeno il 70-90 percento della popolazione in una determinata regione dovrebbe ottenere l’immunità, e questo di solito dipende da quanto contagiosa sia effettivamente l’infezione.

“Ciò non può essere ottenuto senza accettare il danno collaterale di molti decessi nella popolazione sensibile e il sovraccarico dei sistemi sanitari. In questa situazione, le misure di distanza sociale e gli sforzi per identificare e isolare nuovi casi e i loro contatti sono indispensabili per il futuro controllo dell’epidemia”, ha scritto ricercatori nel loro rapporto di studio.

Il caos del coronavirus continua

COVID-19, originario di Wuhan, ha già causato la morte di oltre 5.47.000 persone in tutto il mondo. Con oltre 1,1 milioni di casi positivi, questa pandemia mortale continua a scatenare il caos in tutti gli angoli del mondo.

Qualche giorno fa, i ricercatori del Los Alamos National Laboratory avevano scoperto un nuovo ceppo di coronavirus che si suppone fosse più contagioso rispetto alle versioni precedenti dell’agente patogeno. I ricercatori che hanno preso parte a questo studio hanno rivelato che la diffusione dilagante del coronavirus ha dato al patogeno mortale abbastanza tempo per evolversi in una forma letale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *