Houston elimina la convenzione di persona del Texas GOP sul coronavirus

Houston elimina la convenzione di persona del Texas GOP sul coronavirus

HOUSTON – Mercoledì i funzionari di Houston hanno annullato la convention di persona del Partito repubblicano del Texas, affermando che la diffusione del coronavirus ha reso impossibile tenere l’evento come previsto.

Il sindaco Sylvester Turner ha affermato che gli avvocati della città hanno esercitato disposizioni nel contratto che il Texas GOP ha firmato per affittare il centro congressi del centro per un evento di tre giorni che avrà inizio il 16 luglio, con riunioni delle commissioni all’inizio della settimana.

“Le preoccupazioni per la salute pubblica hanno superato qualsiasi altra cosa”, ha detto mercoledì pomeriggio.

La lotta sul fatto che migliaia di sostenitori repubblicani convergeranno nel centro di Houston quando gli ospedali della città saranno sopraffatti è un’istantanea delle più ampie tensioni politiche che hanno sottolineato la gestione della pandemia da parte del Texas.

Turner, un democratico, in precedenza aveva resistito alle chiamate per annullare la convenzione. Il governatore Greg Abbott, il massimo repubblicano dello stato, aveva rinviato pubblicamente ai leader del partito statale che la scorsa settimana hanno votato con un margine di 2 a 1 per andare avanti con un evento di persona. Abbott era stato senza impegno sul fatto che avrebbe partecipato alla convention.

La scorsa settimana, il tenente repubblicano Dan Patrick ha dichiarato di aver ascoltato il più grande esperto di malattie infettive della nazione, affermando che il dott. Anthony Fauci “non sa di cosa sta parlando” in seguito ai commenti che alcuni stati hanno riaperto troppo in fretta.

Ma anche Patrick, che è il presidente della campagna di rielezione di Trump in Texas, ha espresso dubbi sul fatto che il suo partito sia andato avanti con la convention.

Il presidente repubblicano di stato James Dickey ha detto mercoledì che il partito stava soppesando le sue opzioni legali mentre Turner indicava che la città si sarebbe mossa per annullare la riunione.

Il Texas Medical Center, un consorzio degli ospedali di Houston, è passato alla capacità di picco per i suoi letti di terapia intensiva. Il Texas ha segnalato oltre 10.000 nuovi casi confermati in tutto lo stato martedì per la prima volta martedì. La Texas Medical Association si era già ritirata come sponsor della convention e ha invitato gli organizzatori ad annullare.

Si ritiene che il numero di infezioni sia molto più elevato perché molte persone non sono state testate e gli studi suggeriscono che le persone possono essere infettate dal virus senza sentirsi male.

Abbott nelle ultime settimane è tornato a chiudere bar, a limitare le dimensioni dei raduni all’aperto e istituire un ampio mandato che richiede alle persone di indossare maschere in pubblico.

Dickey ha dichiarato nella sua dichiarazione mercoledì che gli organizzatori avevano pianificato di istituire scansioni di temperatura giornaliere, fornire maschere e installare stazioni disinfettanti per le mani. Facendo eco alle critiche di alcuni conservatori alla risposta del coronavirus del governo, Dickey sosteneva che i partecipanti a qualsiasi convention avrebbero avuto più protezione rispetto alle decine di migliaia di manifestanti che si erano radunati nel centro di Houston dopo la morte di George Floyd, un uomo nero morto dopo una polizia bianca l’ufficiale premette la sua conoscenza nel collo di Floyd per quasi otto minuti.

Turner “non vuole che Houston torni al lavoro”, ha detto Dickey. “Non è in grado di andare avanti e affrontare queste nuove sfide.”

Parlando mercoledì pomeriggio, il sindaco ha affermato di aver aspettato di agire perché sperava che i repubblicani di stato avrebbero annullato l’evento da soli.

Ha aggiunto che pensava alla sua defunta madre, che lavorava come domestica d’albergo, e se gli altri nella sua posizione avrebbero affrontato un aumentato rischio di infezione se la convenzione fosse andata avanti.

“Nessuno voleva intervenire ed essere pesante e dire di no, e quindi correre il rischio di essere accusato di essere politico”, ha detto. “Ma se dopo tutto ciò, rifiuti ancora di riconoscere il pericolo per la salute pubblica per tutti i soggetti coinvolti, allora sono ancora il sindaco.”

Anche il Partito repubblicano nazionale sta spingendo per tenere una convenzione di persona quest’anno, spostando l’evento da Charlotte, North Carolina, a Jacksonville, in Florida, dopo che i funzionari della North Carolina non avrebbero fornito le garanzie richieste dal presidente Donald Trump. Ma nei giorni scorsi un numero crescente di senatori repubblicani ha affermato che avrebbero saltato la convenzione.

I democratici del Texas hanno tenuto una convention online a giugno e i democratici nazionali hanno in programma di organizzare una convention quasi completamente virtuale ad agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *