Trump commuta la frase di Roger Stone: aggiornamenti in tempo reale

Trump commuta la frase di Roger Stone: aggiornamenti in tempo reale

Il rappresentante Adam Schiff (D-CA) parla in una conferenza stampa a Capitol Hill il 30 giugno a Washington, DC. Tasos Katopodis / Getty Images

Due legislatori alle due estremità dello spettro politico sono tra i primi a ponderare sulla notizia che Roger Stone, un ex consigliere politico, è stato commutato in carcere dal presidente Trump stasera.

Il rappresentante Adam Schiff, un democratico della California e il presidente del Comitato permanente per i servizi segreti della Camera, ha definito la decisione di Trump di commutare la sentenza di Stone “la più offensiva per lo stato di diritto e i principi di giustizia”.

Schiff, che è stato un appuntamento democratico durante la procedura di impeachment di Trump, ha dichiarato che Trump “ha commesso innumerevoli atti che sono sia egoistici che distruttivi per la nostra democrazia mentre era in carica, ma commutando la sentenza di Roger Stone, un pazzo che ha mentito e ostacolato il nostro indagine per proteggere Trump stesso “, secondo una dichiarazione rilasciata venerdì pomeriggio, poco dopo la decisione del presidente.

“Stone ha ripetutamente mentito al comitato di intelligence della Camera sotto giuramento e ha minacciato un testimone, tutti per nascondere uno sforzo del presidente Trump e la sua campagna per comunicare segretamente con Wikileaks e sfruttare la sua pubblicazione di e-mail hackerate dalla Russia contro il suo avversario. Stone sapeva che dire la verità sulle sue interazioni con alti funzionari della campagna e lo stesso Trump avrebbe messo in mostra l’entusiasmo del presidente per ottenere aiuto dall’estero. Quindi ha mentito “, ha detto Schiff.

Stone, 67 anni, avrebbe dovuto denunciare un campo di prigionia federale in Georgia martedì. Aveva chiesto aiuto al Presidente nelle ultime settimane, chiamando la sua resa una condanna a morte a causa del coronavirus all’interno del sistema carcerario federale.

Ohio Rep. Jim Jordan, un repubblicano che ha combattuto per conto di Trump durante la sua impeachment, ha appoggiato la decisione del Presidente.

“Come ogni presidente, il presidente Trump ha il diritto costituzionale di commutare frasi in cui crede che serva gli interessi dell’equità e della giustizia”, ​​ha tweeted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *