Lewis Hamilton naviga per vincere nel Gran Premio della Stiria mentre le Ferrari lottano di nuovo

Lewis Hamilton naviga per vincere nel Gran Premio della Stiria mentre le Ferrari lottano di nuovo

Il sei volte campione del mondo ha chiuso davanti al compagno di squadra Mercedes Valtteri Bottas di quasi 14 secondi e Max Verstappen della Red Bull di 33 in condizioni parzialmente nuvolose al giorno dopo forti piogge in qualifica.

I piloti hanno gareggiato sulla stessa pista – il Red Bull Ring – per la seconda settimana consecutiva dopo che la Formula 1 ha apportato modifiche al calendario tra pandemia di coronavirus. La Stiria è una regione in Austria.

È stato Bottas a vincere l’apri – il Gran Premio d’Austria – dopo che Hamilton ha ricevuto una penalità in griglia in qualifica e poi una penalità di cinque secondi nella gara stessa per scendere al quarto dal secondo.

“È bello essere di nuovo qui e guidare e guidare con questo tipo di prestazioni”, ha affermato Hamilton Sito ufficiale della Formula 1. “Il team ha fatto un lavoro fantastico con la strategia ed è stato solo da me tenerlo insieme, tenere lontano i marciapiedi e portarlo a casa.

“Sono così grato di essere tornato al primo posto e onestamente sembra che sia passato molto tempo dall’ultima gara dell’anno scorso. Tornare quest’anno dopo un difficile primo fine settimana della scorsa settimana, è un grande passo avanti”.

La Ferrari non aveva nessuno all’interno dei primi sei posti sulla griglia di partenza per la seconda settimana consecutiva – non era successo dal 2014, secondo Sky – e le cose sono andate ancora peggio per la storica squadra italiana, una volta guidata dal record sette tempo campione Michael Schumacher.

Collisione Ferrari

I suoi due piloti, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, si sono scontrati al primo giro, con Leclerc che sembrava imbattersi nel quattro volte campione del mondo.

Il danno all’ala posteriore di Vettel lo ha costretto a lasciare la gara mentre Leclerc aveva bisogno di un lungo soggiorno in pit-lane prima di riemergere. Alla fine, però, avrebbe rinunciato pochi minuti dopo al quarto giro.

“Mi sono scusato (con Vettel)”, citava Leclerc sul sito ufficiale della Formula 1. “Ovviamente le scuse non sono sufficienti in tempi come questo. Sono solo deluso da me stesso. Oggi ho fatto un pessimo lavoro. Ho deluso la squadra.

“Posso solo essere dispiaciuto, anche se so che non è abbastanza. Spero di imparare da questo e torneremo più forti per le prossime gare.”

Dopo le qualifiche, il caposquadra Mattia Binotto ha dichiarato che la Ferrari ha dovuto fare di meglio.

“Abbiamo lavorato molto duramente per portare aggiornamenti sull’auto prima del previsto, ma non hanno mostrato il loro valore in pista”, ha detto. “Dobbiamo capire perché e cambiare questo stato di cose, che non è abbastanza buono per un team di nome Ferrari.”

Sergio Perez di Racing Point è stato il motore più importante della giornata, finendo sesto dopo essere partito 17 ° in griglia.

La stagione continua il prossimo fine settimana in Ungheria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *