Bisonte selvatico per tornare nel Regno Unito per la prima volta in migliaia di anni

Bisonte selvatico per tornare nel Regno Unito per la prima volta in migliaia di anni

L’antico bisonte della steppa vagava un tempo nella terra che sarebbe poi diventata l’Inghilterra. La loro presenza ha fornito in modo significativo ad altri animali e piante l’ecosistema sano di cui avevano bisogno per prosperare.

Ora, il Regno Unito sta cercando il parente più vicino del bisonte della steppa per riportare indietro gli antichi boschi della zona: il bisonte europeo.

$ 1,4 milioni “Wilder Blean” Il progetto, finanziato dal fondo People’s Postcode Lottery Dream, mira a liberare un piccolo branco di bisonti europei nei boschi di West Blean, vicino a Canterbury, nel Kent orientale, nella primavera del 2022.
Il bisonte verrà dai Paesi Bassi o dalla Polonia, dove le versioni precedenti hanno avuto successo e la versione iniziale includerà un maschio e tre femmine, secondo il Guardian. L’allevamento naturale dovrebbe aumentare le dimensioni della mandria.
Descrivendo il bisonte europeo come “ingegneri dell’ecosistema”, il Kent Wildlife Trust, una delle organizzazioni ambientaliste che guidano il progetto, ha affermato che le specie possono “cambiare i boschi in un modo che nessun altro animale può”.

“Mangiano la corteccia e creano bagni di polvere che hanno vantaggi per molte piante e animali”, ha aggiunto la fiducia. “Queste sono funzioni che mancano dai nostri boschi nel Regno Unito da migliaia di anni e riportarle indietro può aiutare a ripristinare l’abbondanza di fauna selvatica”.

Il Regno Unito è uno dei paesi più poveri della natura al mondo, secondo il World Wildlife Fund. Più di una su sette specie autoctone sono in via di estinzione e più della metà sono in declino.

“Il progetto Wilder Blean dimostrerà che una soluzione selvaggia, basata sulla natura, è quella giusta per affrontare la crisi climatica e naturale che stiamo affrontando ora”, ha dichiarato Paul Hadaway, direttore della conservazione del Kent Wildlife Trust in una nota. “L’uso di specie chiave di pietra mancanti come il bisonte per ripristinare i processi naturali negli habitat è la chiave per creare bio-abbondanza nel nostro paesaggio.”

Una volta sistemati i bisonti nella loro area recintata, il pubblico sarà in grado di visitare e osservare gli animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *