Lena Dunham rivela di aver combattuto contro il coronavirus

Lena Dunham rivela di aver combattuto contro il coronavirus

Venerdì, Lena Dunham ha rivelato di aver combattuto contro il coronavirus a metà marzo e che sta ancora sperimentando un schiacciante postumi della malattia.

La 34enne creatrice e star di “Girls” della HBO ha fatto un resoconto dettagliato della sua malattia un post su Instagram intitolato “My Covid Story”.

“È iniziato con dolori articolari”, ha scritto Dunham, “poi il dolore è stato affiancato da una fatica schiacciante. Quindi una febbre di 102. “

“Improvvisamente il mio corpo si è semplicemente ribellato.”

La nativa di New York, che soffre di una serie di malattie croniche, ha dichiarato di aver avuto sintomi gravi per circa tre settimane, che ha trascorso in isolamento. Non ha detto dove ha contratto COVID-19 o dove si è auto-messa in quarantena.

Durante la sua malattia, ha scritto che “i nervi nei miei piedi bruciavano e i muscoli non sembravano fare il loro lavoro. Le mie mani erano insensibili. Non potevo tollerare rumori forti. Non riuscivo a dormire ma non riuscivo a svegliarmi. Ho perso il senso del gusto e dell’olfatto. “

“Mi sembrava di essere una macchina complessa che era stata scollegata e quindi i miei fili sono stati reindirizzati verso gli ingressi sbagliati.”

Dunham ha affermato di non dover essere ricoverata in ospedale, dal momento che un medico l’ha curata a casa, osservando che “questo tipo di attenzione pratica è un privilegio che è troppo insolito nel nostro sistema sanitario rotto”.

Per tre settimane, ha detto che i suoi giorni “si fondevano l’uno con l’altro come un rave andato storto.”

Dopo un mese, è risultata negativa per il virus, ma sta ancora riscontrando problemi di salute che “NON aveva” prima di prendere COVID-19.

Tra questi c’erano avere mani e piedi gonfi, emicrania costante e stanchezza debilitante.

“Anche da malato cronico, non mi ero mai sentito così”, ha scritto.

Ha detto che è stata costretta a raccontare la sua storia dopo aver visto la “disattenzione” delle persone quando si tratta di indossare maschere, prendere le distanze sociali o prendere altre precauzioni per scongiurare la malattia.

“Quando prendi le misure appropriate per proteggere te stesso e i tuoi vicini”, ha scritto, “salvi loro un mondo di dolore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *