Trump afferma che intende "vietare" TikTok dagli Stati Uniti

Trump afferma che intende “vietare” TikTok dagli Stati Uniti

Venerdì sera il presidente Trump ha dichiarato di voler “vietare” all’app di condivisione di video di proprietà cinese TikTok di operare negli Stati Uniti.

“Per quanto riguarda TikTok, li stiamo vietando dagli Stati Uniti”, ha detto Trump ai giornalisti a bordo dell’Air Force One.

Il presidente ha dichiarato di aver pianificato di agire contro la piattaforma dei social media non appena sabato, secondo un rapporto di pool delle sue osservazioni.

Trump ha detto che potrebbe usare i poteri economici di emergenza o un ordine esecutivo per attuare il divieto, dicendo: “Ho quell’autorità”.

Ha anche chiarito che non sarebbe stato placato da una società americana che acquisiva le operazioni statunitensi di TikTok.

L’annuncio è arrivato poche ore dopo la notizia che Microsoft era in trattativa per l’acquisto dell’app estremamente popolare da ByteDance con sede a Pechino.

I funzionari hanno espresso preoccupazione per il fatto che il governo cinese stia utilizzando l’app per toccare i dati degli utenti e, secondo Bloomberg, gli Stati Uniti hanno studiato potenziali rischi per la sicurezza.

TikTok ha insistito sul fatto che non ha mai fornito i dati degli utenti alla Cina e che non lo farebbe se richiesto, affermando in una dichiarazione che “non ha priorità più alta rispetto alla promozione di un’esperienza di app sicura che protegga la privacy dei nostri utenti”.

L’app è diventata incredibilmente popolare tra adolescenti e giovani per i suoi video divertenti e brevi e ha centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo.

Oltre alle preoccupazioni sulla privacy, Trump ha una storia recente con l’app.

Il mese scorso, secondo quanto riferito, una campagna di prenotazione di biglietti coordinata su TikTok dagli avversari di Trump, molti dei quali adolescenti e fan di K-Pop, avrebbe potuto garantire che centinaia, persino migliaia di posti per il suo raduno di Tulsa fossero rimasti vuoti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *