I giocatori di calcio Pac-12 possono rinunciare alla sicurezza, richieste dalla giustizia sociale

I giocatori di calcio Pac-12 possono rinunciare alla sicurezza, richieste dalla giustizia sociale

Un folto gruppo di giocatori di calcio Pac-12 ha in programma di rinunciare se le loro richieste relative all’ingiustizia razziale e ai problemi di sicurezza relativi alla pandemia di coronavirus, tra gli altri, non sono soddisfatte, secondo ESPN.

Con l’aiuto del sostenitore degli atleti del college Ramogi Huma, ex linebacker dell’UCLA e fondatore e presidente della College Athletes Players Association, il gruppo di giocatori che potrebbe essere tra le centinaia desidera un contratto scritto dal campionato che “legalmente assicura che ci venga offerto il a seguito di protezioni e benefici “, ha affermato il gruppo in una dichiarazione ESPN ottenuta.

Oltre alle precauzioni di sicurezza relative al virus e alle questioni relative all’ingiustizia razziale, i giocatori vogliono anche garantire diritti economici e un equo compenso, tutelare tutti gli sport e ricevere un’assicurazione sanitaria a lungo termine. Il rapporto afferma che i giocatori coinvolti provengono da California, Oregon, Stanford, UCLA e altri, e ci sono allenatori in campionato consapevoli del potenziale boicottaggio.

Il Pac-12 – che ha annunciato un programma calcistico per sole conferenze – non ha ancora ricevuto formalmente notizie dal gruppo, ha affermato in una nota.

“Supportiamo i nostri studenti-atleti usando la loro voce e abbiamo comunicazioni regolari con i nostri studenti-atleti a molti livelli diversi su una vasta gamma di argomenti”, ha detto la conferenza. “Come abbiamo chiaramente affermato in merito ai nostri piani di gara autunnali, siamo e saremo sempre guidati da esperti medici, con la salute, la sicurezza e il benessere dei nostri studenti atleti, allenatori e personale sempre la prima priorità. Abbiamo chiarito che qualsiasi atleta studente che scelga di non tornare in competizione per motivi di salute o sicurezza avrà la propria borsa di studio protetta ”.

Una dichiarazione pubblica è attesa dal gruppo senza nome ad un certo punto presto, possibilmente domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *