Victorian Premier Daniel Andrews speaks to the media during a news conference in Melbourne, Australia on Sunday, August 2.

L’Australia impone il coprifuoco nella seconda città più grande

Il premier vittoriano Daniel Andrews parla ai media durante una conferenza stampa a Melbourne, in Australia, domenica 2 agosto. Darrian Traynor / Getty Images

Uno “stato di disastro” è stato dichiarato nel secondo stato più popoloso dell’Australia, dopo che sabato le autorità sanitarie hanno registrato 671 nuovi casi di coronavirus.

I nuovi casi portano i casi confermati totali dello stato Victoria a 11.557, inclusi 123 decessi. L’Australia ha visto oltre 17.000 casi confermati di coronavirus.

Domenica, in una conferenza stampa, il Premier Daniel Victorias di Victoria ha dichiarato lo stato di disastro dalle 18:00. Domenica, ora locale (4:00 ET), e annunciato misure rigorose di blocco della quarta fase nella metropolitana di Melbourne.

Quali sono le nuove regole? Da domenica sera, l’area metropolitana di Melbourne sarà soggetta a coprifuoco dalle 20:00. alle 5 del mattino, il che significa che le persone non potranno uscire di casa durante quelle ore. Le uniche ragioni per partire saranno per lavoro, cure mediche e assistenza.

In base alle nuove regole, una sola persona al giorno potrà lasciare le proprie case una volta al giorno per ritirare i beni di prima necessità e dovranno rimanere entro un raggio di 5 km (3 miglia) da casa.

“Abbiamo 760 casi misteriosi, sono casi attivi in ​​cui non possiamo risalire alla fonte dell’infezione di quella persona”, ha detto Andrews. “Quei misteri e la trasmissione della comunità sono per molti aspetti la nostra più grande sfida e il motivo per cui dobbiamo passare a un diverso insieme di regole”.

Andrews ha anche annunciato che ai residenti sarà permesso di lasciare la propria casa solo per un’ora di esercizio al giorno.

Al di fuori dell’area metropolitana di Melbourne, Victoria sarà sottoposta a tre restrizioni a partire da mezzanotte di mercoledì. Ciò significa che caffè, bar e ristoranti devono chiudere e tutte le scuole torneranno all’apprendimento online.

Tutte le nuove restrizioni entreranno in vigore per sei settimane dalla data in cui sono state imposte.

Altrove in Australia: Il Premier del Nuovo Galles del Sud, Gladys Berejiklian, domenica ha “fortemente raccomandato” che le persone indossino maschere in spazi chiusi dove non c’è distanza sociale, in luoghi di culto e in aree con alta trasmissione comunitaria.

Domenica il NSW ha registrato 12 nuovi casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *